Torre di Tesla riscostruita da scienziati russi

Bloop
Bloop un richiamo misterioso dagli abissi
27/06/2016
Quinta forza
Quinta forza della natura una nuova chiave di lettura
16/07/2016
Torre di Tesla

Torre di Tesla – Due fisici russi vogliono completare l’ambizioso progetto di Nikola Tesla trasmettere energia attraverso la Terra a qualsiasi distanza del pianeta.

Torre di Tesla riscostruita da scienziati russi – La Wardenclyffe Tower (1901-1917), nota anche come Torre di Tesla, era una delle prime torri aeree per la trasmissione senza fili; fu progettata da Nikola Tesla e destinata alla telefonia commerciale senza fili attraverso l’Atlantico, alla radiodiffusione e alla dimostrazione pratica del trasferimento di energia senza fili. La struttura non fu mai completamente operativa e la torre venne demolita nel 1917.

La torre deve il suo nome a James S. Warden, un avvocato e banchiere che aveva comprato possedimenti a Shoreham (Long Island), a circa 60 miglia da Manhattan. Qui diede vita a una comunità-villaggio conosciuta come Wardenclyffe-On-Sound. Warden credeva che con la messa in funzione del “sistema mondiale” di Tesla sarebbe nata nell’area una “città della radio”, e offrì a Tesla 200 acri (81 ha) di terreno vicino a una linea ferroviaria su cui costruire la sua torre per telecomunicazioni senza fili e il laboratorio.

Due fisici russi provenienti dalla Siberia vogliono completare l’ambizioso progetto di Nikola Tesla di trasmettere energia senza fili in tutto il pianeta.

Secondo i fisici russi Sergey Plekhanov e Leonid Plekhanov, la versione moderna di Wardenclyffe Tower, conosciuta anche come ‘il trasmettitore planetario’, permetterà di trasmettere energia a qualsiasi distanza del pianeta attraverso l’utilizzo combinato di panneli solari e una versione “aggiornata” del progetto di Tesla.

Nonostante la grandissima importanza dei suoi studi, questo genio della scienza non ha mai avuto il giusto riconoscimento, se non tardivo e comunque mai esteso. Il suo nome, Nikola Tesla è ignoto ai più, eppure è grazie a lui se la tecnologia si è potuta sviluppare. A fine articolo ci sono dei link per approfondire la sua storia incredibile, fatta di scoperte mai potute realizzare e confisca di tutti i suoi brevetti da parte dell’FBI.

“Tesla aveva ragione e siamo pronti a dimostrarlo!” dicono i fisici. Nikola Tesla, che era arrivato molto vicino a realizzare questa scoperta senza precedenti, credeva che la torre sarebbe stata in grado di trasmettere energia senza fili in tutto il pianeta attraverso la Ionosfera.

I due fisici russi pensano che Tesla avesse ragione e dopo uno studio approfondito della progettazione della torre, il sistema potrebbe fornire un efficace metodo di distribuzione e trasmissione in tutto il mondo, in modo da ottenere energia pulita. Leonid e Sergey Plekhanov, laureati all’Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca, hanno trascorso gli ultimi cinque anni a studiare e modellare gli appunti ed i brevetti di Tesla per la torre e sono fiduciosi che il progetto possa essere attuabile con i materiali e la tecnologia di oggi.

L’articolo continua alla fonte visionealchemica.com
Fonte 2 wikipedia.org
Fonte IGM nikolateslaisgreat.weebly.com
Può intessarti anche: Nikola Tesla il genio dimenticato