Sfere di plasma fuso come mostruosi missili spaziali

Codice Grolier dei Maya il manoscritto più antico
Codice Grolier dei Maya il manoscritto più antico
03/11/2016
Spring-Heeled Jack il terrore dell'inghilterra vittoriana
Spring-Heeled Jack il terrore dell’inghilterra vittoriana
08/11/2016
Sfere di plasma fuso come mostruosi missili spaziali

Sfere di plasma fuso come mostruosi missili spaziali – Si tratta di enormi sfere di plasma fuso che raggiungono il doppio delle dimensioni di Marte con temperature superiori a quelle presenti sulla superficie del nostro Sole e viaggiano 850.000 chilometri all’ora.

Sfere di plasma fuso come mostruosi missili spaziali – Il telescopio spaziale Hubble della NASA ha rilevato delle gigantesche sfere di plasma fuso, a 1.200 anni luce di distanza, che viaggiano a velocità impressionanti nello spazio esterno. Questa scoperta è servita come base per una pubblicazione scientifica sulla rivista ‘The Astrophysical Journal‘.

Per undici anni, gli scienziati hanno utilizzato il telescopio per osservare il comportamento della stella di carbonio V Hydrae in via d’estinzione e hanno scoperto una catena di gigantesche bolle di dimensioni due volte più grandi di Marte, che raggiungono temperature di quasi il doppio superiori a quelle presenti sulla superficie del nostro Sole.

mostruosi missili spaziali

Per 11 anni, gli scienziati hanno usato il telescopio per osservare il comportamento della stella di carbonio V Hydrae in via di estinzione e hanno scoperto una catena di palle giganti di una dimensione due volte più grandi di Marte, che raggiungono temperature quasi il doppio superiore alla superficie del nostro Sole. Queste mostruose sfere viaggiano a una velocità di 850.000 chilometri all’ora. A questa velocità, potrebbero coprire una distanza simile a quella tra la The Astrophysical Journal e la Luna in soli 30 minuti.

Una delle teorie proposte per spiegare questo fenomeno è quella che queste sfere sono state originate da un gruppo di stelle sconosciute che orbitano intorno a una gigante rossa, come parte di una ‘pioggia stellare’ che si è verificata ogni otto anni e mezzo nel corso degli ultimi quattro secoli.

Secondo questa teoria, il gruppo di stelle ha assorbito energia da V Hydrae per formare delle sfere che, successivamente, sono state lanciate nello spazio. Questo fenomeno permetterà agli scienziati di spiegare la grande quantità di sfere incandescenti intorno a stelle in via d’estinzione, osservate dal telescopio spaziale Hubble fin dall’inizio del suo lavoro avvenuto nel 1990 del secolo scorso.

Fonte: actualidad.rt.com
Fonte IGM: esp.rt.com