Plastica green può essere riciclata all’infinito senza inquinare

Il cratere marziano Korolev nell’occhio di Cassis
Il cratere marziano Korolev nell’occhio di Cassis
28/04/2018
La piscina dove gli astronauti simulano la Luna
30/04/2018
Plastica green può essere riciclata all'infinito senza inquinare

Plastica green può essere riciclata all'infinito senza inquinare È un nuovo polimero, realizzato dal dipartimento di Chimica dell'Università del Colorado. È forte, leggero, economico e non danneggia l'ambiente.



Il perfetto sostituto della plastica: può essere riciclato all'infinito e non inquina. È questa la scoperta, descritta in uno studio pubblicato su Science e realizzata dal dipartimento di Chimica dell'Università del Colorado, che potrebbe rivoluzionare i dispendiosi processi di riciclo a vantaggio del rispetto ambientale. Senza rinunciare alle caratteristiche che rendono, ormai, necessario l'utilizzo commerciale di bottiglie, imballaggi e altri innumerevoli componenti - difficili da recuperare e che, come se non bastasse, si disperdono per l'incuria umana distruggendo interi ecosistemi - la svolta arriva da un polimero (lunga catena di unità molecolari) basato su una sostanza chiamata gamma-butirolactone (Gbl).

Il nuovo materiale mostra molte delle caratteristiche che rendono la plastica utile. È forte, resistente al calore e leggero, ma, a differenza della prima, può essere scomposto e riciclato infinite volte, riportandolo allo stato originario. "Ha un ciclo vitale circolare", afferma Eugene Chen, professore del Dipartimento di Chimica statunitense impegnato nella ricerca. Oltre ad avere la possibilità di essere riutilizzato più volte, ha un altro vantaggio che lo rende unico, ovvero un processo di riciclo sostanzialmente green. Può essere realizzato in pochi minuti senza la necessità di sostanze chimiche tossiche o consumi energetici massicci perché avviene a temperatura ambiente.

La lotta alla plastica che avvelena il pianeta non si ferma. Se nel Regno Unito vengono banditi gli imballaggi inquinanti, anche in Italia si moltiplicano le iniziative e gli appelli per una nuova cultura dell'ambiente. Questa scoperta sembra offrire la soluzione ottimale. Ma la strada è ancora lunga. Intanto, non è stato ancora depositato un brevetto e poi c'è il problema dei costi: occorre lavorare su un materiale che sia anche economico da produrre. Su questo si concentrerà l'impegno dei ricercatori in futuro. Stiamo distruggendo la Terra, è il momento di dare valore alla plastica, evitando sprechi e promuovendo l'utilizzo di materiali sostenibili.

Il polimero riciclabile promette la soluzione ideale: tutti i vantaggi della plastica, ma nessun danno per l'ambiente. Chen e i suoi colleghi si stanno impegnando per un futuro in cui i materiali green, anziché macerare nelle discariche e negli oceani per milioni di anni, possano essere semplicemente collocate in un reattore e, in linguaggio chimico, de-polimerizzati per recuperare il loro valore originario, cosa che non è possibile fare con le plastiche attuali. "I polimeri possono essere riciclati chimicamente e riutilizzati, in linea di principio, infinitamente", ha confermato Chen. "Il nostro sogno è quello di vedere presto questa tecnologia polimerica chimicamente riciclabile materializzarsi sul mercato", ha aggiunto.

Fonte: repubblica.it - Autore Maria Luisa Prete
Fonte IGM: repubblica.it
Può interessarti anche: Disinquinare l’aria potrebbe avere un inaspettato effetto collaterale