Planet Nine super Terra oltre Plutone?

Esperimento Philadelphia le dichiarazioni di Alfred Bielek
Esperimento Philadelphia le dichiarazioni di Alfred Bielek
21/01/2016
Cupole in Siberia
Cupole in Siberia difesa extraterrestre?
23/01/2016
Planet Nine super-Terra oltre Plutone?

Planet Nine super-Terra oltre Plutone?
Una coppia di astronomi ha trovato indizi convincenti della presenza di un pianeta finora mai rilevato che potrebbe trovarsi nella zona della fascia di Kuiper, oltre l’orbita di Plutone.

Planet Nine super-Terra oltre Plutone? Oggi un titolo come Scoperto un nuovo pianeta è eccitante quanto Cane morde uomo, vale a dire non molto. Grazie soprattutto alla missione spaziale Kepler, negli ultimi due decenni gli astronomi hanno identificato circa 2000 nuovi mondi, in orbita attorno a stelle che si trovano a decine o addirittura a centinaia di anni luce dalla Terra. Considerati tutti insieme, questi pianeti sono importanti dal punto di vista scientifico, ma sono ormai così tanti che aggiungerne uno alla lista non sembra una grande impresa. Eppure l’annuncio di un nuovo pianeta da parte dal California Institute of Technology sembra molto diverso, perché il mondo che descrive non ruota attorno a una stella lontana. Fa parte del nostro sistema solare, un posto che potreste pensare sia stato esplorato molto bene.

Evidentemente non è così: in un’analisi accettata per la pubblicazione su “Astronomical Journal”, Konstantin Batygin e Mike Brown, planetologi del California Institute of Technology, presentano quella che affermano essere una forte prova circostanziale di un grande pianeta sconosciuto, forse dieci volte più massiccio della Terra, in orbita nell’oscura periferia del sistema solare oltre Plutone. Gli scienziati hanno dedotto la sua presenza da anomalie nelle orbite di una manciata di corpi più piccoli che possono vedere. “Non ero così entusiasta da un po’ di tempo”, spiega Greg Laughlin, esperto di formazione e dinamica dei pianeti dell’Università della California a Santa Cruz, che non è coinvolto nella ricerca.

L’oggetto, che i ricercatori hanno chiamato provvisoriamente “Planet Nine”, si avvicina a non più di 30,5 miliardi di chilometri dal Sole, cioè cinque volte la distanza media di Plutone. Nonostante le sue enormi dimensioni, il suo effetto è così debole che non sorprende il fatto che nessuno l’avesse ancora notato.

Se esiste, certo. “Purtroppo, non disponiamo ancora di un vero e proprio rilevamento”. Ma la prova è così stringente che altri esperti stanno prendendo l’annuncio molto sul serio. “Penso che sia piuttosto convincente”, spiega Chad Trujillo del Gemini Observatory, alle isole Hawaii. Anche David Nesvorny, un teorico che studia il sistema solare al Southwest Research Institute (SwRI) a Boulder, è rimasto colpito. “Questi ragazzi sono davvero bravi”, ha commentato. “Hanno fatto davvero un buon lavoro”.

L’articolo continua alla fonte: lescienze.it
Fonte IGM: newsworldindia.in