Un misterioso brusio

Tra energia oscura e multiverso
06/06/2018
Risolto il mistero dei fulmini su Giove
08/06/2018
Un misterioso brusio

C’è uno strano fenomeno che sta interessando diverse zone del pianeta, uno strano rumore di fondo conosciuto come l’Hum. Si tratta di un costante suono ronzante a bassa frequenza, avvertito nei luoghi più disparati come Scozia, Gran Bretagna, America del Nord e Australia.



Il fenomeno, le cui prime segnalazioni risalgono a diversi decenni fa, è descritto dai testimoni come un suono che si insinua lentamente nel buio, e una volta incominciato, non finisce finché non ricompare il sole. Il curioso suono è simile al rumore prodotto da un’automobile con il motore acceso, parcheggiata vicino casa.

Ma cosa provochi questo insopportabile ronzio e perché esso riguardi solo una piccola percentuale della popolazione delle aree interessate, rimane un mistero, nonostante siano state eseguite una serie di indagini scientifiche e prodotte una ridda di teorie. Si è parlato di magnetismo terrestre, della costruzione di strutture sotterranee segrete, o anche di una qualche attività aliena. Ma la verità è che il mistero del ronzio rimane tuttora un caso irrisolto.

I primi resoconti sul fenomeno risalgono agli anni cinquanta. Persone che fino al quel momento non avevano mai percepito nulla di strano, improvvisamente, hanno iniziato ad essere tormentati da un fastidioso ronzio a bassa frequenza, un rombo costante e sordo. Le testimonianze raccolte nelle diverse aree geografiche, mostrano alcuni fattori ricorrenti in tutti i casi: in genere, il ronzio si sente solo in casa ed è più forte di notte che di giorno. E’ più comune nelle aree rurali e nelle zone suburbane, mentre nelle città affollate non è percepito, ma questo probabilmente a causa del costante rumore di fondo.

Secondo uno studio del 2003 eseguito in Gran Bretagna, solo il 2% circa delle persone che vivono in una di queste zone “ronzanti”, ne riesce a percepire il suono, e la maggior parte di loro ha un’età compressa tra i 55 e i 70 anni. La maggior parte delle persone che sente l’Hum, descrive il suono simile a quello di un motore diesel, che gira al mimino in prossimità della casa. Tale ronzio, descritto come una tortura, ha letteralmente “esaurito” i residenti delle zone interessate, i quali sostengono addirittura di non riuscire a dormire a causa del costante rumore di sottofondo.

Purtroppo spesso, queste persone vengono anche maltrattate e liquidate come pazze o accusate di avere problemi di udito, anche se la maggior parte di loro ha un udito perfettamente normale. E tutto ciò non fa che aggravare ancora di più il loro disagio. Chi avverte il suono accusa perfino dolori di testa, nausea, vertigini, e come abbiamo già detto, disturbi del sonno. Inoltre il rumore di fondo, l’Hum, è stato considerato responsabile di almeno un suicidio nel Regno Unito.
Le zone Hum
Bristol, in Inghilterra, è stato uno dei primi luoghi al mondo dove è stato segnalato il ronzio. Nel 1970, circa 800 persone della città costiera, riferirono di udire un ronzio constante a bassa frequenza. All’epoca, si attribuì il rumore al traffico veicolare e alle fabbriche locali, con turni di lavoro distribuiti sulle 24 ore. Un altro luogo famoso per il ronzio è Taos, nel New Mexico. Qui a partire dal 1991, alcuni residenti incominciarono ad avvertire un rombo sordo e costante. Un team di ricercatori del Los Alamos National Laboratory, dell’Università del New Mexico e del Sandia National Laboratories, non fu in grado di identificare la fonte del rumore.

Windsor, in Ontario, è un altro luogo dove si verifica il ronzio. I ricercatori dell’University of Windsor e della Western University, hanno bandito di recente una borsa di studio per finanziare le ricerche sull’Hum di Windsor e determinarne così le cause. I ricercatori, inoltre, hanno indagato per decenni anche sul ronzio percepito a Bondu, una zona balneare vicino Sidney, Australia – dove i residenti riferiscono di un suono che fa impazzire – senza mai venirne a capo, proprio come in tutti gli altri casi. L’ultima zona a cadere vittima del ronzio è stato il villaggio di Woodland, nella contea di Durham. Anche in questo caso, i residenti hanno riferito di un rumore simile a quello prodotto da un’auto in moto, parcheggiata fuori casa.
Cosa causa il misterioso suono?
La maggior parte dei ricercatori che studiano l’Hum, esprime una certa sicurezza sul fatto che il fenomeno sia reale, e non il risultato di isteria di massa o di disturbi legati all’udito. Qualcuno avanza l’ipotesi che l’Hum possa essere il risultato di radiazioni elettromagnetiche a bassa frequenza, udibili solo da poche persone. Già si sono verificati casi, in cui alcuni individui mostravano una particolare sensibilità a frequenze che normalmente l’udito umano non riesce a percepire. Sono stati tirati in ballo anche fattori ambientali, come l’attività sismica e le micro vibrazioni a bassa frequenza della Terra, che potrebbero essere causate dalle onde dell’oceano. Altre ipotesi, tra cui esperimenti militari o costruzioni di basi sotterranee non hanno ancora trovato riscontro.

La verità è che ancora oggi, dopo molti anni di ricerche dalle prime segnalazioni, nessuno sa veramente cosa causi questo ormai tristemente famoso “ronzio”. Il mistero quindi potrebbe rimanere tale ancora per molto tempo.

Fonte: fisicaquantistica.it
Fonte IGM: fisicaquantistica.it; anticorpi.info; veronica_ceci.tripod.com
Può interessarti anche: Bloop un richiamo misterioso dagli abissi