Lampi gamma sono una forma di comunicazione extraterrestre?

Atlantide Svedese
Scoperti i resti dell’Atlantide Svedese
30/01/2018
Megaliti
Megaliti la misteriosa energia delle grandi pietre
01/02/2018
Lampi gamma

La nuova teoria proposta da John Ball astronomo del MIT americano indica nei lampi gamma una forma di comunicazione tecnologicamente avanzata da parte di civiltà aliene. All’interno di questa immensa fonte di energia potrebbero esserci miliardi di informazioni solo da decriptare.



I lampi gamma non sarebbero il frutto dell’implosione di una stella super massiva che collassa in un buco nero bensì verrebbero generati da civiltà aliene avanzate per comunicazioni su scala galattica.

Questa la teoria di John Ball del Massachusetts Institute of Technology (MIT), secondo il quale i lampi gamma sarebbero così potenti da trasportare milioni e milioni di dati. Un lampo di 2 millisecondi potrebbe contenere 1.000.000.000.000.000.000 (1×10 alla 18) bit di informazioni.

Il dott. Ball (un buon nome in effetti per la sua credibilità ndr) sostiene che tale lampo potrebbe contenere tutte le informazioni sulla biosfera terrestre, la storia che conosciamo e tutti i dati conservati al momento in tutti i server del mondo.
Non solo dati, anche la vita
“Per quello che ne sappiamo i lampi gamma potrebbero offrire il modo più pratico per comunicare nello spettro elettromagnetico e la sola via per spedire enormi quantità di informazioni con un singolo impulso attraverso la galassia”.

L’astronomo poi si spinge ancora più in la nella sua teoria: questi impulsi potrebbero non solo contenere dati ma addirittura dei “semi” o “spore” capaci di fertilizzare e creare la vita su pianeti adatti.

“I messaggi contenuti in un gamma ray burst potrebbero essere spore che a contatto con un ambiente adatto si moltiplicherebbero generando la vita”.
Lampi gamma: cosa dice la scienza
I lampi gamma, anche abbreviati GRB dalla locuzione inglese gamma ray burst, sono in astronomia, intensi lampi di raggi gamma che possono durare da pochi millisecondi a diverse decine di minuti. Queste potenti esplosioni costituiscono il fenomeno più energetico finora osservato nell’universo. I GRB sono fenomeni abbastanza frequenti e la loro distribuzione nel cielo è isotropa, ovvero avvengono in direzioni del tutto casuali ed imprevedibili.

I GRB sono eventi cosmologici, situati in galassie esterne alla Via Lattea e talvolta molto lontane. Il lampo gamma più lontano finora osservato, denominato GRB 090423, è avvenuto ad una distanza di oltre 13 miliardi di anni luce dalla Terra.

Secondo le teorie correnti, queste potenti emissioni di raggi gamma sono generate dall’accrescimento di materia su un buco nero.

Molti sono i fenomeni che possono generare questo sistema buco nero+disco di accrescimento, ad esempio il collasso gravitazionale di una stella rotante e molto massiccia, la coalescenza di due stelle di neutroni o di una stella di neutroni ed un buco nero.

Fonte: nibiru2012.it
Per approfondire scarica l’articolo completo dell’astronomo John Ball
Fonte IGM: wikipedia.org
Può interessarti anche: Vita aliena rintracciabile trovando metano e anidride carbonica