Draconidi più belle che mai nel cielo di ottobre

Nebulosa Elica
Nebulosa Elica un gigantesco occhio spalancato sull’universo
03/10/2018
nuovo modulo lunare della Nasa
La Nasa presenta la nuova casa mobile per la Luna
05/10/2018
Draconidi

Draconidi più brillanti che mai: ottobre offrirà la possibilità incredibile di osservare le stelle cadenti in quasi totale assenza della Luna: il picco delle meteore è infatti previsto la notte tra l’8 e il 9 del mese, quando sarà Luna Nuova.



Lo sciame prende il nome dalla costellazione settentrionale del Drago da cui sembrano irradiarsi ed è causato dalla Terra che passa attraverso i detriti della 21P / Giacobini-Zinner. Ampio circa 1,9 chilometri (da cui prende l’altro nome con cui è conosciuto, Giacobinidi), è attivo dal 6 al 16 ottobre.
In passato ha sorpreso gli astronomi per la sua incredibile intensità: nel 1933 e nel 1946, in particolare, le Draconidi (o Dragonidi) produssero migliaia di stelle cadenti all’ora e si classificarono come due delle migliori piogge di stelle cadenti del XX secolo. Ma anche più di recente, negli anni 1985 e 1998, fu registrata una notevole intensità.

Potrebbe ripetersi lo spettacolo? Non ne abbiamo la certezza, perché le stelle cadenti sono sempre imprevedibili. Certo è che un cielo completamente buio aiuta molto: la Luna sarà Nuova al picco, previsto per l'8 del mese, quindi completamente al buio, il che aiuterà molto la visione.
Ma, come sempre, meglio allontanarsi dall’inquinamento luminoso delle città alla ricerca di spazi veramente bui. Le meteore, inoltre, sono tra le più lente attualmente conosciute (nella mappa il cielo dell’8 ottobre alle 22 circa).

E quest’anno c’è un fattore in più: questa corrente mostra di solito un gran numero di meteore quando la cometa d’origine, la Giacobini Zinner, è in prossimità del perielio, che si è verificato lo scorso 10 settembre scorso. È probabile quindi che appena un mese dopo l’effetto non sia calato molto e che il numero delle meteore sia ancora discretamente alto.
7 e 8 ottobre sono decisamente due date da segnare sul calendario, dunque. Desideri alla mano (meglio, in testa), cerchiamo un cielo buio e sereno e puntiamo gli occhi al cielo, verso la costellazione del Drago.

Fonte: greenme.it - Autore Roberta De Carolis
Fonte IGM: stellarium.org ; wlos.com