Depressione Karagiyi la zona più anomala dell’Asia Centrale

palla di fuoco in Australia
Una palla di fuoco sopra i cieli dell’Australia
03/09/2018
stazione spaziale cislunare
La stazione spaziale cislunare l’habitat tra Terra e Luna
05/09/2018

E’ una delle depressioni più profonde del mondo e nella lingua turca significa Bocca Nera. E’ il Karagiyi la zona più anomala dell’Asia Centrale.



A circa 50 chilometri dalla città di Alatau Mangyshlak Plateau (parte orientale) da nord-ovest a sud-est del Kazakhstan si estende una delle più profonde depressioni del mondo, chiamata Karagie. Nella traduzione dalla lingua turca, il nome significa “bocca nera”. Molti ricercatori considerano la cavità della depressione di Karagiyi la zona più anomala dell’Asia centrale, in quanto non sono in grado di spiegare gli eventi che si verificano spesso in quel luogo isolato dal resto del mondo.
Incontro di UFO
La zona di maggiore attività UFO diventa un test per le persone che vogliono sperimentare con i loro occhi questi inquietanti incontri ravvicinati. La cavità gigantesca con pendenze asimmetriche si estende per 10 chilometri di larghezza, all’interno della quale dei testimoni occasionali hanno spesso notato il volo di misteriosi dispositivi dalla forma di sfere rosse.

Per la prima volta l’ingegnere Rozhkovsky, ha attirato l’attenzione su uno strano oggetto che alla fine degli anni 70 è stato visto volare nel cielo ad alta velocità per poi entrare in collisione con altri dispositivi simili.

L’ingegnere ipotizzò la caduta di un meteorite nonostante avesse atteso invano il fragore dell’esplosione. Questi eventi hanno solo incoraggiato gli amanti del mistero a recarsi in questa remota regione del Kazakistan.
La conformazione fisica del luogo
La penisola merita una particolare attenzione, perché è famosa per la diversità della sua flora e fauna. Gli scienziati suggeriscono che la “bocca nera” si sia formata dopo la lisciviazione di rocce saline e altri processi naturali che hanno favorito la formazione di crepe nel calcare e nelle dolomie.

A seguito del collassamento delle montagne cominciarono ad apparire delle profonde caverne nelle pareti, all’interno delle quali le acque sotterranee continuano ancora oggi a fare il proprio lavoro.
Nell’antichità il territorio era coperto da un vasto lago, che ha fatto del Mangyshlak un potente generatore di nuvole di pioggia. Non si spiega perché molte persone iniziano a provare una strana eccitazione nel momento in cui accedono nella profonda fenditura al punto che alcuni escursionisti cadono in depressione e decidono di voler tornare rapidamente indietro come se percepissero qualcosa di soprannaturale.

Elettromagnetismo o una forza sconosciuta?
Nell’antichità esisteva la Grande Via della Seta lungo la quale gli archeologi hanno scoperto 600 necropoli. Un gruppo di studenti di San Pietroburgo ha deciso di trascorrere alcuni giorni in questa remota regione in modo da verificare personalmente le informazioni sulle proprietà insolite di questa terrificante depressione geologica .

Agli studenti fu imposto il divieto di accamparsi vicino al bacino essiccato, poiché alcuni ricercatori li avvertirono del pericolo a cui andavano incontro qualora avessero proseguito la loro spedizione. Infatti, in questo luogo sono scomparse un discreto numero di persone per via del terreno particolarmente soffice al punto da sprofondare tra le viscere della Terra. Di notte, era frequente vedere gruppi di persone osservare il cielo, sperando di documentare fotograficamente l’avvicinarsi di qualche UFO.

Nel corso degli anni, molti membri della spedizione iniziarono a parlare del reattore atomico di Aktau che in qualche modo sarebbe diventato motivo d’attrazione per qualche extraterrestre ecologista.

Questa ipotesi fu in seguito smentita, poiché il reattore fu inaugurato nel 1973 mentre le prime navicelle aliene furono viste su Karagie 6 anni prima.

I ricercatori sono convinti che le informazioni relative a quel luogo non devono essere sottovalutate e giudicate come pura finzione perché loro stessi hanno sperimentato improvvisi disturbi fisici e forti mal di testa.
Anche altri viaggiatori si sono trovati in situazioni simili, forse perché in questo luogo i terrestri vengono controllati da una forza sconosciuta che risparmia solo le persone più resistenti.

Fonte: misteroufo.blogspot.com ; nibiru2012.it
Fonte IGM: nibiru2012.it
Può interessarti anche: In Sardegna si trova l’unica ziqqurat d’Europa