Arturiani e la Confraternita del Tutto

ufo triangolari nella storia
Ufo triangolari una cassistica imponente
23/03/2016
Nucleare
Nucleare e Ufo esite una connessione
31/03/2016
Arturiani e la "Confraternita del Tutto"

Arturiani e la “Confraternita del Tutto” Gli Arturiani provengono dalla costellazione di Boote, più precisamente dal pianeta blu che orbita intorno alla gigante rossa Arturo che dista circa 36 anni luce dal nostro sistema solare.

Arturiani e la “Confraternita del Tutto” – Sono alti tra i 90-120 centimetri, hanno una pelle di un inconfondibile blu/verdastro e grandi occhi ovali. Le loro mani hanno solo tre dita. Sono conosciuti come esseri di luce perché i loro corpi emettono un bagliore. La vita media di un Arturiano si pensa oscilli tra i 350-400 anni.

Si ritiene che quella degli Arturiani sia tra le società aliene più evolute della galassia. La loro esistenza è fondata soprattutto su un livello spirituale nel rispetto del pensiero e della coscienza pura. La loro civiltà è basata sui valori della guarigione e compassione universale. Il loro governo è formato da un gruppo di anziani, denominati la «Confraternita del Tutto», di cui fanno parte soltanto quelli più progrediti spiritualmente. Esistono nella 4a e 5a dimensione (secondo alcuno fino alla 7a) ma, quando gli anziani lo consentono, possono entrare in contatto anche con dimensioni inferiori come la nostra.

Gli Arturiani hanno investito molte delle loro risorse per difendere la nostra galassia. Proteggono la Terra dai Rettiliani e dai loro piani di sottomissione dei popoli.

Al momento, la loro nave madre più grande, Athena, si trova tra la fascia degli asteroidi e Giove. Grazie alla presenza di questa nave molti attacchi dei nostri nemici sono stati fermati.

Anch’essi si nutrono di energia, ma a differenza dei Rettiliani che per sopravvivere hanno bisogno di energia negativa, gli Arturiani assorbono esclusivamente forme di energia positiva.

Posseggono diversi poteri mentali, tra cui la telepatia con cui non solo comunicano tra loro, ma inviano costantemente messaggi a quei terrestri che ritengono più ricettivi.
Con i loro messaggi gli Arturiani cercano di diffondere l’importanza dell’autodisciplina, della limitazione dell’ego e altri consigli per la crescita spirituale.
Tuttavia il loro lavoro di educazione spirituale della popolazione terrestre è costantemente corrotto dai piani dei Rettiliani.

Gli Arturiani continuano a pattugliare i nostri cieli e continueranno a farlo finché la razza umana non sarà pronta a testimoniare le verità dell’universo.

Fonte: alienreport.it di Cassandra Steel