Alieni Bianchi Charles Hall afferma sono tra noi

Graham Hancock una cometa distrusse la civiltà
Graham Hancock una cometa distrusse la civiltà
19/01/2016
Esperimento Philadelphia le dichiarazioni di Alfred Bielek
Esperimento Philadelphia le dichiarazioni di Alfred Bielek
21/01/2016
Alieni Bianchi Charles Hall afferma sono tra noi

Alieni Bianchi Charles Hall afferma sono tra noi
Charles Hall, un fisico nucleare,ex specialista militare statunitense sul clima e scrittore durante il suo tour in Australia ha riferito che l’esercito statunitense è stato in contatto con una specie aliena per anni.

alieni bianchi

Alieni Bianchi Charles Hall afferma sono tra noi – Charles Hall, un fisico nucleare,ex specialista militare statunitense sul clima afferma che gli alieni sono vestiti come gli esseri umani e per un periodo di tempo hanno vissuto a Las Vegas.

“Nel 1964, quando ero un osservatore meteo presso la Nellis Air Force Base in Nevada, ho visto le interazioni tra l’esercito e un gruppo di misteriosi alieni alti e bianchi come gli esseri umani,” ha dichiarato il veterano del Vietnam nella sua casa di Albuquerque.

“Le loro navicelle sono in grado di viaggiare più veloce della velocità della luce,facendo ritenere che la teoria di Einstein sulla relatività era sbagliata “.
Charles Hall ha riferito che le telecamere non sono mai state ammesse nel sito, che da allora è stato cancellato dalla carta geografica.

Egli ebbe modo di conoscere un gruppo di cinque strane persone, due uomini e tre donne, il cui aspetto pallido ricordava quello di un fantasma o di un angelo. Hall ha riferito di aver contattato tre tipi di alieni – quelli ‘alti e bianchi’ (alti circa 2,5 metri), il “grigio” (con la pelle gialla / arancione) e le ‘norvegesi con 24 denti’, che sembrano simili agli esseri umani e parlano inglese.

Egli sostiene che quelle esperienze erano reali e che l’US Air Force aveva stipulato un accordo con gli alieni nel corso del 1950, se non prima venendo coinvolti principalmente nel trasferimento delle conoscenze tecnologiche con i militari USA. Charles Hall ha aggiunto che le autorità statunitensi avevano nascosto la vicenda perché la gente non era ‘emotivamente’ pronta ad accettare forme di vita aliene. In apparenza i “bianchi” sono degli umanoidi molto alti. Il primo ricercatore UFO che aveva indagato seriamente sulla storia di Charles Hall è Paola Harris, che lo ha intervistato nel mese di luglio 2003:

Estratto dell’intervista di Charles Hall: “Mi sono arruolato nella US Air Force (USAF) nel mese di luglio 1964. Dopo aver completato la formazione di base a Lackland Air Force Base di San Antonio, Texas, mi sono specializzato come un osservatore meteo nella USAF presso la Scuola di Formazione USAF Chanute AFB, Illinois. Durante il mio servizio i miei compiti erano quelli di osservatore meteo presso la USAF. Verso la fine di marzo o all’inizio di aprile 1965 sono stato assegnato alla squadriglia di stanza a Nellis AFB di Las Las Vegas, Nevada. Durante la mia permanenza nella Nellis Air Force Base, in Nevada, venni incaricato di effettuare diverse ispezioni a titolo interinale come un osservatore Meteo presso i rangers di artiglieria che si trovavano a Indian Springs, Nevada.”

“The Airman First Class Charles Hall” si trovava nelle postazioni composte da diversi osservatori meteo che avevano prestato servizio per i gruppi di artiglieria tra il 1965 e il 1967. Queste erano situate nel caldo deserto probabilmente per operare in modo tranquillo e isolato dal resto del mondo con lo scopo di fornire,eseguire e monitorare i dati meteo attraverso i palloni sonda che misuravano i venti. Charles Hall ritiene che questi alieni sono sulla Terra, almeno fin dai primi anni 1950, data in cui avevano libero accesso nelle basi militari.Charles Hall riferisce che:

“Credo che gli alieni bianchi sono stati associati con gli incontri di Eisenhower-ET nel 1954 che stabilirono successivamente la loro base nelle Indian Springs nel Nevada.” Successivamente Charles Hall venne assegnato al corpo dei Rangers, con alcune condizioni particolari:

egli non poteva avere contatti con i Rangers avendo l’obbligo di rimanere da solo. A nessuno era permesso di fargli domande sul suo lavoro. Gli fu dato il soprannome di “Pet il Maestro”, una specie di identificazione particolare. I primi contatti furono traumatici. Egli rifiutava di credere ai suoi occhi, anche se altri prima di lui avevano visto gli alieni “Bianchi “.

hqdefault

In effetti, è stato il primo osservatore meteo ad essere assegnato ai Rangers; alcune precedenti relazioni citavano questi esseri come dei fantasmi radioattivi. Molti di loro vennero spaventati e feriti, fino a quando si rifiutarono di tornare presso i Rangers. Con il tempo e con molto autocontrollo,si era abituato ad alcuni Bianchi tra questi figurava un certo Range conosciuto come Harry (capitano), Tour Guide (guida) e una donna conosciuta come Teacher (Master) (donna Bianca molto influente).

I Bianchi avevano diritto di accesso nella base nel deserto,oltre Rango 4. Dal libro Millennial Hospitality, è chiaro che vi furono delle relazioni tra loro e il governo degli Stati Uniti che avrebbe fornito l’accesso in una base e altre risorse, in cambio di un po ‘di conoscenza scientifica avanzata.

L’articolo continua alla fonte misteroufo.blogspot.it
Fonte IGM: vignette4.wikia.nocookie.net ; i.ytimg.com